Crea sito

La F1 riparte, senza Rai e con la Mercedes davanti

Domenica ricomincia la F1. Per chi non avesse un abbonamento Sky, inizia in differita, visto che da quest’anno mamma Rai ha rinunciato ai diritti tv.

Scelta discussa e impopolare, non degna di un servizio pubblico probabilmente non ancora adeguato alle sfide del nuovo millennio.

Da dove si ricomincia? Più o meno da dove avevamo finito: poche storia, la Mercedes resta ad occhio davanti a tutti. Nei test di Barcellona la squadra campione in carica si è nascosta.

“Sì, quando vinci così tanto e da così tanto non puoi non essere favorito. E poi si capisce anche dalle facce dei piloti, nei test sia Hamilton sia Bottas erano più che soddisfatti: se ci fossero state grane, avrebbero avuto un atteggiamento diverso. Un pilota più di tanto non riesce a mascherare”, parole e musica di un certo Felipe Massa che di correre in F1 ha smesso da poco.

Mercedes avanti a tutti, probabilmente. Nessuna lotta  a tre con Ferrari e Red Bull, almeno per il momento, con buona pace dei titoloni sparati sui giornali fino a qualche giorno fa. La scuderia austriaca va forte ma non è ancora a livello degli alti due team, un pò come ammesso da Ricciardo e Verstappen.

E la Ferrari? E’ veloce, ma non dimentichiamo che un anno di questi tempi nel Cavallino c’era più ottimismo: la Mercedes era dietro, mentre stavolta sembra partita bene. Insomma, a Melbourne la Rossa potrà anche giocarsi la vittoria ma è presto per i trionfalismi e/o disfattismi che avvolgono a fasi i tifosi di Maranello.

Intanto siamo curiosi di vedere se ci piacerà questa F1 sempre più “americana” con l’impronta di Liberty Media (grid kids, nuova intro musicale, e via dicendo).

Tempo al tempo, tempo alla pista. La Mercedes parte avanti, la Ferrari leggermente staccata. Serve una stagione perfetta, senza i problemi di affidabilità dell’anno scorso, per puntare a titolo.

Comments

comments

Author: Lastlap

Share This Post On