Crea sito

Dovizioso batte Marquez e la maledizione del Qatar, terzo Rossi

Andrea Dovizioso rompe l’incantesimo di Losail, dove da anni era relegato al secondo posto, e vince il gran premio del Qatar rispondendo all’attacco all’ultima curva di Marquez: per la terza volta dopo Austria e Giappone il Dovi ha costretto Marquez al tentativo disperato per non essere battuto e per la terza volta Dovizioso gli ha detto di no incrociando le traiettorie. Terzo posto per un Rossi sempre più a caccia dell’eternità, della partita fino ai giri finali in cui i primi due hanno fatto un altro mestiere.

dovizioso

Ph.LaPresse

LA CRONACA: Alla partenza è Zarco ad uscire in testa alla prima curva, al suo inseguimento si mettono innanzitutto le Honda e poi anche Dovizioso, Rossi, Crutchlow, Rins e Petrucci. Arrancano invece Vinales e Lorenzo, fuori dai primi dieci.

Il gruppo di testa resta abbastanza compatto per molti giri, con l’unica defezione di Rins che perde l’anteriore alla curva 2. Da dietro inizia lentamente la risalita di Vinales, mentre Lorenzo è preda di un problema tecnico che lo porta a finire la gara nella ghiaia.

Rossi si pone in seconda posizione e tenta l’attacco a Zarco, ma nella seconda parte di gara il compito di fare la guardia al francese passa a Dovizioso e Marquez. L’alfiere del Team Tech3 inizia a calare a 6-7 giri dalla fine scivolando fuori dal podio. Gli ultimi giri vedono Dovizioso e Marquez tirare al limite, con il ducatista che non dà nessuna possibilità allo spagnolo di attaccare così da costringerlo all’attacco all’ultima curva, dove va largo consentendo a Dovi di spingerlo all’esterno e andando a vincere.

Rossi resta lontano ma riesce allo stesso tempo a scrollarsi di dosso Crutchlow conquistando il terzo posto. Salva la sua gara Vinales risalendo fino alla sesta piazza dietro a Petrucci e davanti a Pedrosa ed un Zarco in crisi nera nel finale. Chiudono la top ten Iannone e Miller.

LA CLASSIFICA: Essendo il primo gp corrisponde per forza all’ordine di arrivo: Dovizioso in testa con 25 punti seguito da Marquez a 20, Rossi a 16 e poi tutti gli altri.

 

Comments

comments

Redazione Last Lap

Author: Last Lap

Share This Post On